L’Avvocato Alfonso Palladino, già Presidente di Cassazione, insignito dal Presidente On. Sandro Pertini della più alta onorificenza della Repubblica, Cavaliere di Gran Croce, collezionista di opere e manufatti di notevole interesse storico artistico, ha donato alla sua città natale, dove è tornato dopo 72 anni, la sua biblioteca ricca di oltre 2000 volumi di arte, storia, letteratura e testi giuridici, tra cui 26 personali sue pubblicazioni.

Assieme ai volumi, fanno parte della donazione cinque mobili artistici, montati su disegni di Attilio Colonnello, regista e scenografo di fama internazionale, che inserì, in tre strutture moderne, elementi architettonici antichi (colonne a torciglione, frammenti di un paliotto da altare) e trasformò in librerie due confessionali del settecento lombardo.

I manufatti più preziosi della donazione Palladino sono certamente due dipinti: una “Annunciazione” attribuita a Lorenzo Lotto e una “Madonna” attribuita a Giambettino Cignaroli, pittore veronese, nonché una “gouache” di Attilio Colonnello, una piccola scrivania moderna e una balaustra antica.

Due sale nella sede di Corso Europa sono state riservate alla preziosa donazione, allestendole come uno studio privato di un professionista in attività di servizio, mentre le due librerie sono fruibili in una saletta attigua alla Pinacoteca Provinciale, in fase di riallestimento, nel complesso monumentale dell’ex Carcere Borbonico.

Fonte e credits foto © Orticalab