Massimo Bignardi

Arte contemporanea
tra didattica e curatela

domenica
1 marzo 2015
ore 17.00
Auditorium Sala Blu
Carcere Borbonico

 

L’arte vista da vicino, a colloquio con uno dei docenti più amati dai propri allievi, un abile divulgatore, oltre che curatore di mostre su Mirò, Picasso e decine di altri artisti.


Massimo Bignardi

Nato a Salerno nel 1953, si è laureato in Storia dell’Arte contemporanea presso l’Università di Salerno e specializzato presso l’Università di Urbino. Dal 1989 ha insegnato come docente di ruolo presso le Accademia di Belle Arti di Napoli, Urbino, Milano-Brera; dal 2005 è associato di Storia dell’Arte contemporanea presso Università di Siena; dal 2008 al 2011 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dello stesso Ateneo. È stato commissario della XI (1986) e XIV (2003) Quadriennale d’Arte Nazionale; del Premio Termoli (1989); della XIII Biennale d’Arte Sacra (2008). Ha curato l’ordinamento di significative mostre, tra le recenti “Mediterraneo Miró” (Salerno, 2002); “Picasso. La seduzione del classico” (Como, 2005). È autore di numerosi saggi e monografie tra le ultime, “Le Stanze del Minotauro. Scritture su Picasso” (Napoli, Liguori, 2008 e 2011); “Praticare la città. Arte ambientale, prospettive della ricerca e metodologie d’intervento” (Napoli, Liguori, 2013).

 

 

Pin It on Pinterest

Share This