Marianna Agliottone

I luoghi del collezionismo sabato 11 aprile 2015 ore 18.30 Auditorium Sala Blu Carcere Borbonico   L’avventura del collezionismo in un viaggio tra spazi dedicati alle grandi raccolte private di arte contemporanea aperte al pubblico. Un percorso per amanti e professionisti dell’arte, interessati a vedere le opere non solo all’interno del contesto ufficiale dei musei.   Marianna Agliottone È curatrice e critica d’arte. Da tempo svolge attività di consulenza editoriale e per il collezionismo privato. Studiosa dei fenomeni del collezionismo e del mercato dell’arte, ha fondato e curato su questi argomenti diverse rubriche su testate di settore e tenuto workshop universitari. È co-autrice del saggio “Il piacere dell’arte. Pratica e fenomenologia del collezionismo contemporaneo in Italia”, pubblicato da Johan & Levi editore nella collana Arte/Economia. È stata vicedirettore della testata d’arte “Exibart”. Attualmente collabora alla sezione Plus24-ArtEconomy24 de “Il Sole 24 ORE”, alle pagine dell’arte di “Riders” mensile di Biblioteca della Moda srl , ed è titolare della rubrica Collezionisti di “Art Report” (pubblicazione di Economia e Mercato dell’Arte dell’Area Research e Investor Relations della Banca Monte dei Paschi di...

Stefania Zuliani

I luoghi dell’arte contemporanea sabato 28 marzo 2015 ore 18.30 Sala Rossa Carcere Borbonico   Dalla Biennale di Venezia ad Art Basel, un viaggio per immagini alla scoperta dei grandi eventi dell’arte internazionale.     Stefania Zuliani Nata a Castellanza nel 1968, è professore associato presso il DISPAC – DIpartimento di Scienze del Patrimono culturale dell’Università di Salerno, dove è docente di Museologia, di Storia e teoria del museo contemporaneo e di Teoria della critica d’arte. È membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in “Metodi e metodologie della ricerca archeologia e storico artistica”. Nel 2014 ha conseguito l’abilitazione a docente di prima fascia nel settore concorsuale Storia dell’arte. Studiosa dei rapporti fra arte, poesia e critica d’arte nel Novecento, ha dedicato numerosi saggi e alcuni volumi a temi e protagonisti dell’arte e della riflessione critica del secolo scorso. Più di recente, ha analizzato aspetti e problemi del sistema internazionale dell’arte orientando la sua riflessione alle relazioni che legano la produzione artistica degli ultimi decenni alla forma-museo e al sistema espositivo: in questa prospettiva, ha ideato il convegno di studi “Il museo all’opera. Prospettive e trasformazioni del museo d’arte contemporanea” (2005). Critico d’arte, collabora da vent’anni con la Fondazione Filiberto Menna- Centro Studi d’Arte contemporanea (Salerno-Roma) per la quale ha curato cataloghi e mostre tra cui “Filiberto Menna. La linea analitica dell’arte contemporanea” (2009), “La mostra è aperta. Artisti in dialogo con Harald Szeemann” (2010), e , con Antonello Tolve, “L’intervallo necessario. Artisti in dialogo con Gillo Dorfles” (2011) e “Tempo Imperfetto. Nuovi sguardi sul museo archeologico provinciale di Salerno” (2014). Giornalista pubblicista, collabora con riviste specializzate...

Massimo Bignardi

Arte contemporanea tra didattica e curatela domenica 1 marzo 2015 ore 17.00 Auditorium Sala Blu Carcere Borbonico   L’arte vista da vicino, a colloquio con uno dei docenti più amati dai propri allievi, un abile divulgatore, oltre che curatore di mostre su Mirò, Picasso e decine di altri artisti. Massimo Bignardi Nato a Salerno nel 1953, si è laureato in Storia dell’Arte contemporanea presso l’Università di Salerno e specializzato presso l’Università di Urbino. Dal 1989 ha insegnato come docente di ruolo presso le Accademia di Belle Arti di Napoli, Urbino, Milano-Brera; dal 2005 è associato di Storia dell’Arte contemporanea presso Università di Siena; dal 2008 al 2011 ha diretto la Scuola di Specializzazione in Beni Storico Artistici dello stesso Ateneo. È stato commissario della XI (1986) e XIV (2003) Quadriennale d’Arte Nazionale; del Premio Termoli (1989); della XIII Biennale d’Arte Sacra (2008). Ha curato l’ordinamento di significative mostre, tra le recenti “Mediterraneo Miró” (Salerno, 2002); “Picasso. La seduzione del classico” (Como, 2005). È autore di numerosi saggi e monografie tra le ultime, “Le Stanze del Minotauro. Scritture su Picasso” (Napoli, Liguori, 2008 e 2011); “Praticare la città. Arte ambientale, prospettive della ricerca e metodologie d’intervento” (Napoli, Liguori, 2013).  ...

Pin It on Pinterest